“Non riesco a scegliere l’Università”: 5 consigli per farcela

10 Giugno ore 12.55

Quando finisci le scuole superiori, solitamente, ti trovi davanti a due scelte: inserirti nel mondo del lavoro o intraprendere la carriera universitaria.

Sarai tu a decidere la strada giusta per te, pensando ai tuoi obiettivi, a come ti vedi nel tuo futuro e alle tue ambizioni.

Se dovessi scegliere di proseguire con gli studi, avrai una serie di opzioni che riguardano i diversi atenei e i differenti corsi di studio ai quali poterti iscrivere. Se non hai ancora le idee chiare su quale facoltà scegliere, non temere, non sentirti sbagliato o fuori luogo, perché un momento del genere può capitare a tutti, soprattutto quando si tratta di cambiamenti. Gli studenti non devono, necessariamente, avere ben chiaro il loro percorso di studi. Può darsi che tu sia indeciso tra due corsi, può darsi che tu sia attratto da diverse professioni. Non scoraggiarti e segui questi cinque consigli che potranno aiutarti nella scelta dell’università che fa per te.

#1 – Valuta le tue attitudini e raccogli informazioni

Partendo dal presupposto che non esiste una scelta giusta e una sbagliata, per decidere a quale facoltà iscriverti, valuta le tue attitudini. Chiediti cosa ti riesce meglio, quali sono gli ambiti di tuo interesse.

Fai una cernita, distinguendo i vari campi del sapere e focalizzandoti solo su uno. Una volta individuato il ramo di tua competenza, potrai saperne di più suoi singoli corsi di laurea e scoprire tutte le informazioni che li riguardano. Sentirti spaesato e in alto mare è più che normale, perché quello dell’università è un passaggio importante e inizierai a sentire il peso di più responsabilità. Non precluderti nulla, non spaventarti per i corsi a numero chiuso o le facoltà che richiedono dei test per valutare le tue competenze. Sei tu a dover conoscere te stesso.

Chiediti in cosa sei bravo, quali erano le materie in cui riuscivi meglio, durante gli anni di scuola superiore e quali quelle che rallentavano il tuo percorso di studi. Solo dopo un’attenta analisi di quelle che sono le tu capacità, sarai in grado di compiere una scelta più coscienziosa e consapevole.

#2 – Confrontati con le persone di cui ti fidi

Nei momenti di maggiore difficoltà e confusione, tendiamo sempre a cercare conforto negli altri, in chi ci è vicino e ci conosce a fondo. Nel caso della scelta dell’università più adatta a te, puoi chiedere consiglio ad un amico, ad un familiare, al tuo partner, a chi di fiducia. Il confronto è molto importante, perché aiuta a ragionare, a mostrarti lati che da solo non riesci a vedere.

La cosa fondamentale, però, è che tu sia in grado di scindere in consiglio dall’obbligo. Nessuno può decidere per te o può costringerti a scegliere una strada che non è la tua. Se dovessi intraprendere un corso di studi che non ti fa sentire a tuo agio, solo per volere dei tuoi genitori, o per seguire un tuo compagno, inizierai con il piede sbagliato e ti troverai a dover fare i conti con un mondo che non ti appartiene.

#3 – Pensa al mondo del lavoro

Come ti vedi “da grande”? Chi vuoi diventare? Chi decide di andare all’università lo fa perché spera di trovare, un giorno, un posto di lavoro soddisfacente, che ripaghi i sacrifici fatti, gli anni di studio. Nella scelta del corso di studi da seguire, può incidere anche il mondo del lavoro.

Allunga lo sguardo oltre la laurea e valuta quali sono le professioni che hanno più possibilità di crescita, che trovano più facilmente una collocazione nel mondo lavorativo. Non devi farti influenzare da queste informazioni, ma ti saranno utili per farti un’idea generale di quello che accade fuori, nella vita di tutti i giorni. Passare dai banchi di scuola al mondo accademico non è sempre facile e terminare l’università, per poi non trovare subito lavoro, può essere davvero sconfortante e demoralizzante.

Visto la grande vastità di corsi a disposizione, però, non frenarti e scegli quello che fa per te e che ti rispecchia. Se è davvero ciò che vuoi, una volta laureato, saprai come farti spazio e trovare una posizione che ti appaghi.

LEGGI ANCHE

Cosa significa andare fuori corso

#4 – Quanta voglia di studiare hai?

Se vuoi iniziare l’università solo perché non sai cos’altro fare, dopo le scuole superiori, sappi che ci sono alcuni corsi che richiedono un impegno maggiore rispetto ad altri in termini di durata.

Se cerchi un percorso di studi breve, opta per una laurea triennale, al termine della quale hai già l’opportunità di trovare un lavoro. Con il tempo, può darsi che in te scatti qualcosa che ti faccia cambiare idea e che ti avvicini al mondo universitario. Se così fosse, dopo i primi tre anni, potrai continuare con una laurea magistrale dalla durata di due anni e specializzarti in un ambito preciso.

Solitamente, il primo anno è sempre il più difficile, è quello in cui regna il caos, ti senti perso e spaesato e non sai bene come organizzare lezioni e esami. Ma, una volta preso il ritmo, se sarai spinto dalla giusta determinazione, potrai portare a compimento il tuo percorso in modo del tutto soddisfacente.

#5 – Quanto incide il fattore “luogo”

In molti casi, la scelta del corso universitario da seguire dipende anche dalla distanza. Se la facoltà dei tuoi sogni è in un ateneo lontano da casa, spetta a te fare la scelta.

Parlane con la tua famiglia e valuta i pro e i contro di un eventuale trasferimento. Potrebbe anche capitare che, per raggiungere l’università, dovrai viaggiare solo per una o due ore. In questo caso, potresti optare per fare il pendolare per un po’ di anni, senza essere necessariamente fuori sede.

Un’alternativa interessante a tutto questo è rappresentato dalle lauree online. Ci sono alcuni atenei, come Unicusano, che offrono percorsi formativi in modalità completamente telematica. Il funzionamento è molto semplice: potrai iscriverti ad un corso di laurea triennale, magistrale o ad un Master, seguendo le lezioni comodamente online. Troverai le lezioni in una piattaforma di e-learning sempre attiva, dove saranno anche disponibili i materiali di approfondimento.

In questo modo potrai dedicarti alla facoltà che preferisci, senza compromessi e senza gestire lo studio fuori sede.

Per saperne di più, contattaci ora.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / ArturVerkhovetskiy