Facebook Advertising: cos’è e come funziona

11 Marzo ore 16.47

Il marketing online è una conseguenza del grande sviluppo della tecnologia, dell’era digitale nella quale viviamo. Sono diversi i metodi per fare marketing online, iniziando proprio dalle email marketing, che offrono grandi opportunità, alle aziende, di far crescere il loro fatturato. Un altro metodo che sta prendendo piede, e si sta diffondendo sempre di più, è Facebook Advertising.

Anche se Facebook fa parte dell’ecosistema Meta, in questa guida vogliamo focalizzarci sulla piattaforma di casa Zuckerberg che, ad oggi, è uno dei canali social più utilizzati. Utilizzare questa piattaforma come strumento pubblicitario, che ti aiuta a raggiungere i tuoi clienti ideali, in base alle loro preferenze, interessi e comportamenti, può essere una mossa intelligente, con dei risvolti soddisfacenti. Nello specifico, però, in cosa consiste Facebook Advertising?

Cos’è Facebook Advertising

Facebook Ads è la piattaforma sviluppata da Facebook per creare inserzioni pubblicitarie sull’omonimo social network. Per inserzione si intende un contenuto, che può variare dalla foto, al video, al post, e che le aziende sfruttano per promuovere il loro operato, i loro prodotti, investendo un budget pubblicitario.

Questo genere di contenuti si presenta sulla home dell’utente, tra un post di un amico e un altro, con la dicitura “sponsorizzato”. Analizzando i like, i dati inseriti dagli utenti stessi, le preferenze che le persone esprimono, si riesce a calcolare un certo algoritmo che fa sì che le sponsorizzazioni siano più mirate. In questo modo, è possibile raggiungere senza troppi sforzi il target che desideri corteggiare. Prima di iniziare a fare Advertising, è giusto capire quale sia il tuo scopo e il tuo obiettivo, per stilare un preciso piano di azione, che si riveli poi produttivo. Per fare questo, occorre capire come funziona Facebook Advertising.

Come funziona Facebook Advertising

Innanzitutto, devi sapere che Facebook Advertising è un sistema a pagamento, un servizio che ha un costo, e che non è gratuito come la piattaforma social sulla quale andrai a sponsorizzare il tuo prodotto. La prima necessità è quella di avere una pagina Facebook, o di esserne Amministratore. Impostando la tua campagna su Facebook, potrai definire le caratteristiche geografiche, demografiche, quelle legate agli all’età e agli interessi degli utenti e quelle delle relazioni personali. Per le tue Ads, puoi utilizzare, principalmente, due metodi:

  • l’inserzione;
  • la notizia sponsorizzata.

Lavorare su una strategia di marketing non è facile, ed è per questo che, ogni azienda, o ogni lavoratore libero professionista, dovrebbe essere affiancato da un professionista del settore. L’inserzione pubblicitaria Facebook, che ha un costo variabile in base a diversi fattori, permette all’azienda di ampliare il proprio pubblico target e mostrare l’annuncio a un numero maggiore di utenti rispetto a quelli che lo vedrebbero senza sponsorizzazione.

Sfruttare un social, che ha un numero infinito di utenti iscritti, può essere un’arma a doppio taglio. C’è una grande quantità di traffico attivo e coinvolto, il che porta ad una grande visibilità.

È importante selezionare la fetta di target da raggiungere, per fare una scrematura tra la massa, ed essere più precisi e mirati. Sponsorizzare il brand online vuol dire incrementare la sua “fama”, farlo conoscere a più persone possibili, e questo è uno dei vantaggi legati alla pubblicità sulle piattaforme social.

LEGGI ANCHE
Come diventare programmatore: studi e possibilità

Come diventare interaction designer: studi e possibilità

Il costo di Facebook Advertising

Il costo di una campagna con Facebook Advertising dipende da quello che stai pubblicizzando, chi è il tuo target, quanti competitor ci sono e quali sono i tuoi obiettivi. Facebook attribuisce ad ogni annuncio un punteggio di rilevanza da 1 a 10 a seconda del target associato ed alla sua risposta. Maggiore sarà l’interazione ed il numero di click, più alto sarà il tuo punteggio e più sarà probabile che il tuo annuncio verrà visualizzato con costi minori. Più è competitivo il settore, più i costi saranno elevati. E il prezzo può salire anche in determinati periodi dell’anno, come in quelli festivi, in cui la pubblicità è indispensabile per arrivare a quante più persone possibili e spingerle ad acquistare il tuo prodotto, anziché un altro.

Inoltre, potrai pagare in vari modi:

  • per impression;
  • per click;
  • per action.

Scegliendo di pagare per impression, significa che pagherai per ogni visualizzazione al tuo annuncio. È consigliabile utilizzare questa opzione quando hai l’obiettivo di raggiungere più persone possibile, ad esempio in una campagna di brand awareness.

Se scegli di pagare per click, invece, pagherai solo se qualcuno clicca sul tuo annuncio. Questa opzione è preferibile quando vuoi portare gli utenti a cliccare su un link che li porterà sul sito o su una landing page specifica.

Mentre, optando per il pagamento per action, paghi solo quando un utente compie una determinata azione, come compilare un form d’iscrizione, acquistare un prodotto o visitare una determinata pagina. Con questa opzione, Facebook mostrerà gli annunci alle persone più propense a compiere una di queste azioni. Detto questo, è chiaro che non c’è un costo preciso e uguale per tutti, ma l’importo varia in base a questi fattori tra i quali puoi scegliere.

Alle volte, non è tanto il costo che fa la differenza, ma il modo in cui si struttura la sponsorizzazione. Anche una pubblicità fatta con un budget limitato, se fatta bene, può dare ottimi risultati. E qui, si ritorna al discorso che, per destreggiarsi nel Facebook Advertising, c’è bisogno di una certa conoscenza delle strategie di marketing e di comunicazione.

Chi si occupa delle Facebook Ads?

Il professionista deputato a gestire le ads su Facebook è un advertiser. L’advertiser è colui che pianifica e gestisce le campagne di adv, tenendo in considerazione gli obiettivi dell’azienda.

Questa figura professionale è sempre più ricercata dalle aziende che vogliono investire in pubblicità sulle piattaforme social. Ecco perché sono nati percorsi di studi che offrono competenze nella gestione della comunicazione social, come i corsi di laurea in comunicazione. A tal proposito, un valido corso di laurea in comunicazione è quello offerto dall’Ateneo Niccolò Cusano.

L’Università Telematica Niccolò Cusano ha all’attivo corsi di laurea triennali e magistrali, ideati proprio per soddisfare questa esigenza. In particolare, i corsi attivi sono:

  • Corso di Laurea in Comunicazione Digitale e Social Media (L-20) – curriculum Imprese e Istituzioni
  • Corso di Laurea in Comunicazione Digitale e Social Media (L-20) – curriculum Games Industry Management and Creative Direction
  • Corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Digitale (LM-19) – curriculum Cultural and social Media
  • Corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Digitale (LM-19) – curriculum Games Industry Management and Creative Direction

La caratteristica differenziante dei corsi di laurea Unicusano risiede nella particolare metodologia didattica adottata: la metodologia telematica. Con questo approccio, potrai seguire le lezioni in qualunque luogo e in qualunque momento, accedendo ad una piattaforma in e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. All’interno della tua area studente, troverai anche il materiale didattico di supporto allo studio, oltre a poter interagire con docenti e colleghi di corso.

La metodologia telematica è perfetta anche per chi ha già impegni professionali e desidera conciliarli al meglio con quelli accademici. Inoltre, i corsi di laurea in comunicazione sono erogati con il Percorso Eccellenza, che offre due ulteriori benefici:

  • La presenta di un mentore dedicato per tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di effettuare gli esami finali sotto forma di esoneri

In più, l’Ateneo ha all’attivo Master di I e II livello, pensati per arricchire ancora di più le tue competenze.

Per saperne di più, contattaci ora.

***

credits immagine: christianchan / getty images