Premio Nazionale “Claudio Puoti”

Il 31 gennaio 2023 scadono i tempi per la presentazione di opere letterarie e artistiche alla I edizione del Premio Nazionale “Claudio Puoti” presso l’unicusano.

Come nasce l’iniziativa Premio Nazionale “Claudio Puoti”

L’iniziativa nasce nel ricordo di Claudio Puoti, epatologo e infettivologo scomparso lo scorso anno, che in vita si è sempre prodigato per curare i malati accogliendoli prima di tutto come persone. Come medico volontario della Fondazione Francesca Rava NPH Italia onlus, per diversi anni è stato imbarcato sulle navi della Marina Militare per il salvataggio dei migranti in mare. Ha anche pubblicato due libri “Dialoghi con Pì” e poi “Lettere a Pì” in cui ha narrato il suo vissuto durante le missioni rivolgendosi alla figlia soprannominata Pì.

Il Premio “Claudio Puoti” è aperto a chiunque voglia dare espressione, attraverso parole e immagini, a una narrazione che racconti l’accoglienza in tutte le sue declinazioni e si articolerà in 5 sezioni: racconto, poesia, fotografia, graphic novel e disegno/fumetto per autori esordienti e non. Anche gli alunni della scuola primaria e secondaria potranno partecipare individualmente o tramite la loro scuola, in una sezione a loro dedicata.

L’obiettivo è far riflettere tutti, a partire dai più piccoli, su parole come conoscenza, ascolto, condivisione, gentilezza e accoglienza che sono state i riferimenti essenziali intorno a cui Claudio Puoti, ha incentrato la sua vita e la sua missione di uomo, medico e ricercatore.

Tutti i dettagli su: www.premioclaudiopuoti.altervista.org

Fonte: Unicusano.