La scienza della legislazione penale

Venerdì 10 giugno 2022, dalle ore 9,30 alle 18, si svolgerà nell’Aula Giulio Cesare in Piazza del Campidoglio n. 1, il Convegno internazionale di studi su “La scienza della legislazione penale. Recenti riforme ed istanze di razionalizzazione”.

L’organizzazione dell’evento “La scienza della legislazione penale”

Organizzato dall’Associazione di studi penalistici Sandano e dalle Università Sapienza e Unitelma Sapienza di Roma con il patrocinio del Ministero della Giustizia e della Presidenza dell’Assemblea Capitolina, nonché delle Università Milano statale, Milano Bicocca, Napoli Federico II, Modena e Reggio Emilia, Campania “Luigi Vanvitelli”, dell’Associazione italiana dei Professori di diritto penale, dell’Association Internationale de Droit Pénal-Gruppo italiano, della Société Internationale de Défense sociale pour une politique criminelle humaniste, e dell’Unione delle Camere penali italiane.

Gli ospiti dell’evento

Parteciperanno all’incontro il presidente emerito della Corte costituzionale Giorgio Lattanzi, il giudice costituzionale Francesco Viganò, e i professori Massimo DoniniGiovanni FiandacaGabrio FortiGrazia MannozziLuca MarafiotiSergio MocciaFrancisco Muñoz CondeCarlo Enrico PalieroMichele PapaMarco PelisseroLucia RisicatoSergio Seminara.

Nell’ambito degli indirizzi istituzionali di saluto, dopo l’apertura dei lavori da parte della Presidente dell’Assemblea capitolina Svetlana Celli, interverranno la Magnifica Rettrice di Sapienza prof.ssa Antonella Polimeni, il Magnifico Rettore di Unitelma Sapienza prof. Antonello Folco Biagini, il Cons. Raffaele Piccirillo (Capo di Gabinetto del Ministero della Giustizia), l’Avv. Gian Domenico Caiazza (Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane) e il prof. Vincenzo Mongillo (professore ordinario di diritto penale presso Unitelma Sapienza) che ha curato l’organizzazione scientifica dell’evento.

Nel corso del convegno verrà conferito il X Premio Internazionale Sandano al Prof. Francesco Palazzo, Emerito di diritto penale presso l’Università di Firenze e attualmente presidente della commissione governativa per l’elaborazione di un codice dei crimini internazionali. Il premiato terrà una lectio magistralis. Il Premio è assegnato periodicamente ad un giurista che si sia particolarmente distinto per il contributo reso a sostegno dei diritti fondamentali della persona, per il progresso della scienza penale e per la tutela della dignità di ogni individuo senza alcuna distinzione di credo religioso, sesso, etnia, lingua, opinione politica, condizione economica e sociale.

In conclusione, se sei interessato al convegno iscriviti a questo link.

Info: Unitelma Sapienza.